Barcellona penalizzata dal “Milleproroghe” per quasi due milioni di euro

417

L’annullamento dei finanziamenti da parte del Governo, contenuti nel decreto “milleproroghe” penalizza tutte le città italiane e siciliane, in particolare la città di Barcellona, a cui verrebbe negata l’opportunità di ricevere la somma totale di 1.850.772 euro

suddivisa così nel dettaglio: progetto di riqualificazione urbana, in funzione della presenza di aree degradate ed utenze deboli, nel quartiere di Fondaconuovo, finalizzato al recupero ed integrazione sociale ed alla lotta alla marginalità, per un importo di 815.000,00 euro, poi servizio sociale professionale e spazio protetto, per un importo di 377.775,36 euro, inclusione sociale e borse lavoro, per 378.909,60 euro e percorsi di crescita, per 279.087,10 euro. L’Amministrazione comunale si associa alla protesta presentata nei confronti del Governo dall’Anci Sicilia ed a quanto sostenuto nell’emendamento a firma del deputato regionale Tommaso Calderone, per non privare le comunità dei finanziamenti già individuati.

A tal proposito il sindaco Roberto Materia proporrà domani alla propria giunta un atto deliberativo di indirizzo e protesta per tutelare e di non privare la comunità barcellonese dai finanziamenti approvati.