Patti, piano commerciale, mozione del consigliere Filippo Tripoli

300

“Nessuna forma di concorrenza sleale deve trovare terreno fertile sul territorio di Patti. Maggiore tutela nei confronti dei commercianti tradizionali, nel contempo rispetto delle regole per gli ambulanti.

Creare un data-base sugli ambulanti autorizzati e dunque tracciabilità dei prodotti venduti; questo è ciò che chiediamo secondo le regole già previste dal piano commerciale. L’elenco delle vie presenti sul piano esitato dal consiglio comunale ha un senso, principalmente non favorire concorrenze sleali ai commercianti a posto fisso, pattesi e non, che pagano le imposte comunali.” Questa la dichiarazione del consigliere Filippo Tripoli, capogruppo di “Patti Futura” che ha presentato una mozione sul piano commerciale. Nell’atto inviato al sindaco Mauro Aquino, al presidente del consiglio comunale Nicola Molica, al segretario generale Lyda De Gregorio e al comando di polizia municipale, Tripoli ha ricordato di aver segnalato più volte la questione del piano commerciale, ma sono stati sporadici se non addirittura nulli i controlli per frenare il commercio selvaggio, soprattutto nel settore ortofrutta, artigianato e alimentare. Tripoli auspica un’azione per favorire anche una maggiore garanzia sulla provenienza della merce e per contrastare la concorrenza sleale, istituire un data base di tutti gli ambulanti che si muovono sul territorio comunale e far svolgere il commercio ambulante itinerante solo ed esclusivamente sulle vie cittadine previste dal piano commerciale comunale, negli orari e nei tempi previsti, ed incrementare i controlli da parte della polizia municipale.