Rocca di Capri Leone, stasera in piazza i “Tinturia”

518

Tutto pronto in piazza Gepy Faranda a Rocca di Capri Leone, che stasera alle 21.30 ospita il “Stratistrati – Tour 2018” di Lello Analfino e i Tinturia.

Nati nel 1996 a Raffadali (Ag),  i Tinturia sono in grado di spaziare senza difficoltà dal pop al reggae, dal funk al rap, non senza un pizzico di folk tutto siciliano, tanto che loro stessi etichettano il loro genere come “sbrong” e portano sul palco una versione leggera e irriverente della musica. Autore dei testi e delle musiche, frontman del gruppo, che esordisce nel 1999 con l’album “Abusivi (per necessità)”, è il cantante e diamonicista Lello Analfino che ha riversato nel progetto Tinturia tutta la sua creatività.
Ad aprire le porte della fama nazionale del gruppo sarà la collaborazione nel 2001 con la coppia comica palermitana Ficarra e Picone, con la realizzazione delle musiche del primo film del duo “Nati stanchi”. Nel 2005 pubblicano l’album “Nessuno è perfetto (per fortuna)” in cui il gruppo canta prevalentemente in italiano e si avvicina ad uno stile tipicamente rock. Nel 2007 segue il lavoro “Io sto qui”, registrazione live della tournee del 2005. Nel 2008 pubblicano “Di Mari e d’Amuri”, ma è la fine del 2014 che porta un nuovo successo per i Tinturia, con il singolo “Cocciu d’amuri” che diventa un cult della musica italiana. Il brano di Lello Analfino, scritto per il film di Ficarra e Picone “Andiamo a quel paese” ha raggiunto in 3 giorni un pubblico stimato in oltre 3 milioni di persone.