“Troppo silenzio sul problema dell’acqua a San Giorgio di Gioiosa Marea”

420

Perché sul problema acqua a San Giorgio è calato il silenzio? Non è opportuno che l’amministrazione dica cosa sta facendo in un settore particolarmente e giustamente avvertito dai cittadini?

Queste le recriminazioni del presidente del comitato del “Borgo Marinaro San Giorgio” Adelina Di Perna. E’ notorio come il problema sia ultra decennale, che il comitato sia nato un anno fa, ma, “dallo scorso anno, fra petizioni, assemblee pubbliche e incontri vari, un minimo di aggiornamento oggi sarebbe doveroso.”

La Di Perna, evidenziando alcuni interventi adottati dall’esecutivo di Ignazio Spanò, ha ribadito come, in assenza di fondi, sia stato contratto il mutuo per finanziare le trivellazioni; furono nominati i professionisti e si individuarono le zone. Poi il 2 luglio furono affidati i lavori alla ditta appaltatrice “e poi tutto è caduto nell’ oscurità, sembra che tutto sia rimasto solo scritto su carta.”

A questo punto il presidente del comitato ha lanciato il suo appello: “Signor sindaco, che ne dice di render conto ai cittadini di quello che si sta facendo? O non si sta facendo? Vero è che nel bilancio previsionale sono stati appostati 900 mila euro per contrarre l’ ennesimo mutuo, ma è pur vero che il potabilizzatore avremmo potuto averli a costo zero, se solo ci fosse stata l’ efficienza nel redigere la pratica.”

La Di Perna ha concluso il suo intervento ricordando di attendere una replica “alle nostre esternazioni sul progetto del potabilizzatore bocciato che, come da lei sempre ribadito, sarebbe stata l’ unica soluzione definitiva circa il problema acqua non potabile. Siamo certi che, di fronte ad un così serio e grave problema, il silenzio e l’indifferenza non faccia bene a nessuno. Men che meno a questa amministrazione.”