Colpo Orlandina: arriva l’ex Trento Brandon Triche

371

Completato il pacchetto stranieri del roster dell’Orlandina Basket per la prossima stagione. Il secondo straniero a disposizione di coach Marco Sodini sarà Brandon Triche, play-guardia americano classe 1991.

Dopo una brillante carriera nelle high school newyorkesi, Triche si mette in mostra in una delle più prestigiose università americane, Syracuse, dove chiude il suo ultimo anno di College con 14 punti e 4 assist di media.

Nel 2013 si trasferisce in Italia a Trento, con cui vince il campionato di serie A2 battendo in finale proprio l’Orlandina. Incubo dei paladini in quella finale playoff, per Brandon quella stagione nel secondo campionato italiano termina con 16 punti e mezzo di media in regular season e 20,2 nei playoff promozione.

Nel 2014/15 si trasferisce a Roma, ma un infortunio al ginocchio chiude la sua avventura romana anzitempo. Dunque rientra in America dove gioca una stagione in G-League tra Delaware e Salt Lake City.

Rientra in Europa ad aprile 2017, in Israele, segnando 11 punti a incontro, mentre la scorsa stagione inizia con la maglia del Paok Salonicco, con la quale incrocia nuovamente i biancazzurri in Basketball Champions League, ma a gennaio ritorna ad Herzliya.

Dopo l’importante firma di Jordan Parks, arrivata nei giorni scorsi, ecco dunque approdare a Capo d’Orlando un altro giocatore importante e di assoluto rilievo come Brandon Triche.

“Triche è un giocatore che non ha bisogno di presentazioni – ha detto il direttore sportivo Peppe Sindoni -, e adesso speriamo di scrivere un’importante pagina di storia insieme. La nostra scelta è ricaduta su Triche perché abbiamo deciso di inserire un giocatore molto importante nel ruolo di guardia per dare spazio e responsabilità a Matteo Laganà nel ruolo di playmaker.”