Brolo, danneggiò l’auto dell’ex moglie, assolto

1657

Il giudice monocratico del tribunale di Patti, Rita Sergi, ha assolto C.C., 44 anni, di Brolo, dall’accusa di appropriazione indebita e di danneggiamento aggravato.

La vicenda risale al 2015 quando, secondo il capo di imputazione, l’uomo, dopo essersi impossessato delle chiavi, rifiutandosi di restituirle alla ex moglie, avrebbe danneggiato più volte l’autovettura della donna, prima inserendo zucchero all’interno del cofano motore, poi acqua nel serbatoio del gasolio e, in ultimo, spezzando i tergicristalli del parabrezza posteriore fino a renderla inservibile. All’esito di un processo durato due anni, dopo avere sentito diversi testimoni ed acquisito documentazione, il Tribunale ha assolto l’uomo, che nel processo era difeso dall’avvocato Antonella Marchese (nella foto); le motivazioni verranno depositate entro il termine di novanta giorni.