Falcone, convalida e scarcerazione per la rissa al Pte

562

Il gip del tribunale di Patti Ugo Molina ha convalidato l’arresto delle cinque persone, componenti di due nuclei familiari, legati da vincoli di parentela – M. D. 53 anni, M. N. G. 48 anni, C.C. 54 anni, M. G. 48 anni e C. D. 23 anni – arrestate per una rissa avvenuta 2 giorni fa al Pte di Falcone. Sono state difese dagli avvocati Antonella Marchese e Tino Celi.

Motivo dello scontro annosi dissidi per la divisione dei beni di successione. Il pm Carlo Giorgianni ha richiesto il divieto di avvicinamento reciproco, il gip li ha scarcerati e la direttissima sarà il 5 settembre. Si erano recate il pte per curarsi e hanno ricominciato a menare le mani. Qui sono intervenuti i carabinieri della stazione di Falcone e dell’aliquota radiomobile di Barcellona; hanno ricostruito l’accaduto, accertando che prima, presso le loro abitazioni, c’era stata un’altra rissa. Ad una delle cinque persone, condotta all’ospedale di Milazzo, è stato riscontrata una frattura lombo-sacrale, guaribile in 30 giorni. Erano stati condotti agli arresti domiciliari, come disposto dal sostituto procuratore della repubblica di Patti, Alessandro Lia; ora sono liberi.