Castell’Umberto, la festa che unisce

937

Sembra passato un secolo, invece è trascorso solo un anno dalla protesta che ha coinvolto i cittadini di Castell’Umberto all’arrivo dei migranti nella struttura ospitante “Il Canguro”, ex hotel sito nel comune di Sinagra. Quell’albergo era stato dichiarato inagibile, per cui i cittadini e il sindaco si erano ribellati alla decisione del prefetto di Messina di ospitarli, pur trattandosi di una sistemazione d’emergenza.

Anche se le reazioni all’arrivo dei migranti erano pervase da sentimenti diversi, gli abitanti del luogo li hanno aiutati nel processo d’integrazione. Si è deciso allora di celebrare l’anno passato insieme nella giornata di oggi 14 Luglio, con una festa-anniversario tutta dedicata a loro. Tra animazione, laboratori, musica e teatro, la festa è stata organizzata dal Coordinamento Senza Frontiere, in collaborazione con la Polisportiva Umbertina e il patrocinio del Comune di Castell’Umberto. La giornata avrà un evento conclusivo alle ore 21.30 presso la Palestra Comunale “V. Agostino” di Castell’Umberto. All’appuntamento, aperto al pubblico, interverrà la cantautrice nasense Oriana Civile, l’attrice orlandina Beatrice Damiano, il musicista Socrate Verona, lo scrittore Franco Blandi, i gruppi Giocherenda e Smile-X.

Una festa per la solidarietà e per ricordare che la diversità non deve dividere, ma unire.