Giornalismi, Francesco Pira racconta l’informazione ai tempi delle “fake news”

180

Un tour siciliano che inizia venerdì 6 luglio e si conclude il 26 e che toccherà le città di Milazzo, Capo d’Orlando, Gela, Pozzallo, Santa Teresa di Riva e Realmonte.

Protagonista il sociologo e docente universitario Francesco Pira. Sarà presente in manifestazioni letterarie estive prestigiose organizzate da amministrazioni comunali, associazioni e libreria. Si confronterà con giornalisti ed esperti per raccontare il libro, fresco di stampa, scritto a quattro mani con Andrea Altinier, “GIORNALISMI – La difficile convivenza con Fake News e Misiformation” (LibreriaUniversitaria.it pagg 152 euro 12,90).
Si tratta di un primo ciclo di presentazioni che Francesco Pira farà nella sua Sicilia. A settembre insieme ad Andrea Altinier toccheranno varie città d’Italia, dalla capitale a Milano, Torino, Venezia, Trevisto e Verona.
Pira sarà presente a Milazzo venerdì 6 luglio, il giorno dopo a Capo d’Orlando, il 13 presso la libreria Mondadori a Gela, il 22 presso la Villa Barone Alfieri a Pozzallo, il 24 a Santa Teresa di Riva e il 26 a Realmonte.
I due autori hanno racchiuso in un esagono le fake news: appeal, flussi, viralità, velocità, crossmedialità e forza. È solo il 22% a non essere caduto nella trappola. La soluzione, però, non è solo il controllo delle fonti, ma costruire un controflusso di informazioni e contenuti in grado di sconfiggere le menzogne.

“È un progetto – spiegano i professori Francesco Pira e Andrea Altinier autori del volume-  che parte non solo dall’amore verso la comunicazione, ma da un lavoro di analisi e ricerca durato quasi due anni per individuare case history, teorie nuove, ricerche sui trend e sul consumo dei media per accendere le luci su un mondo in costante cambiamento e che richiede sempre più competenza e professionalità. I media tradizionali non sono morti, ma si possono salvare solo puntando su qualità, inchieste e approfondimento” .