Tumore al seno: a Brolo un nuovo strumento ecografico

506

“I nuovi traguardi in ambito senologico”, sono stati il focus centrale di un convegno, che si è svolto all’Hotel Riviera del Sole di Gliaca di Piraino. All’incontro sono intervenuti come relatori il dott. Alberto Nicolucci, medico radiologo dell’Istituto “Michelangelo” di Firenze e il dott. Antonino Baglio, dirigente medico radiologo presso l’Ospedale di Sant’Agata Militello.

Ogni anno in Italia, circa 50mila donne si ammalano di tumore al seno. Con un’efficace prevenzione e con una diagnosi precoce, è possibile ridurre il tasso di mortalità. Oggi, infatti, la sopravvivenza media con la diagnosi precoce, è pari al 99% delle donne colpite dalle neoplasie mammarie. Per questo sfruttare le più moderne e sofisticate tecnologie esistenti sul mercato assume un’ importanza fondamentale.

L’incontro è servito a presentare il nuovo apparecchio ecografico “Top di gamma Siemens S2000 ABVS”, che ha come principale caratteristica l’acquisizione automatica del volume mammario, ricostruito in 3D nei tre piani dello spazio, senza intervento dell’operatore. Il braccio ecografico fornisce immagini di altissima qualità tali da consentire la stesura di un referto con grandi margini di certezza e contribuire alla prevenzione della patologia mammaria. L’apparecchio ecografico sarà utilizzato anche per tutti gli esami riguardanti i vari distretti corporei (internistica, urologica, tiroide, muscolo-scheletrica, vascolare, anca neonatale, cardiologica).
Lo strumento per la scansione automatica della mammella da martedì 3 luglio sarà in funzione, per la prima volta in Sicilia, presso il centro radiologico “FUTURA” di Brolo.