Barcellona. Accusato di palpeggiamenti su minore, medico sospeso temporaneamente dal servizio

1654

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare personale interdittiva nei confronti di un medico quarantacinquenne di Barcellona Pozzo di Gotto, accusato di palpeggiamenti ai danni di una minorenne. Il provvedimento sospensivo scaturisce da mirate indagini condotte dai militari del Nucleo Operativo di concerto con il personale specializzato impiegato nella Task Force istituita a livello provinciale per reprimere i reati commessi ai danni delle fasce deboli.

Gli investigatori sono stati attivati prontamente dalla denuncia presentata dai genitori della bambina che, dopo qualche seduta, hanno notato una strana irrequietezza da parte della loro figliola quando doveva svolgere la terapia settimanale.

La Procura ha disposto immediatamente accertamenti che hanno comportato anche l’audizione protetta della giovanissima vittima nella sala attrezzata del Comando Provinciale di Messina. L’attività di riscontro ed accertamento alle dichiarazioni rese hanno consentito di identificare l’autore.

Il Gip del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha condiviso l’orientamento degli inquirenti, secondo i quali il medico, durante le sedute terapeutiche, toccava anche le parti intime sostenendo di dover effettuare manipolazioni per ragioni terapeutiche. Da qui la decisione di sospenderlo dal pubblico servizio con divieto temporaneo di esercitare l’attività professionale in qualsiasi struttura pubblica e privata.