Estorsione Sant’Angelo, i due indagati si difendono: “era un prestito”

1838

Hanno risposto al Giudice respingendo le accuse e fornendo la propria ricostruzione dei fatti. Aurelio Petrelli e Vincenzo Siragusano, vigile urbano e commerciante di Sant’Angelo di Brolo, sono comparsi stamattina davanti al Gip di Patti per rispondere alle accuse di tentata estorsione che ieri li avevano portati ai domiciliari.

Alla presenza del loro legale, l’avvocato Bernardette Grasso,  i due hanno fornito una versione diversa dei fatti contestati. In sostanza, hanno raccontato, Petrelli aveva prestato ad un agricoltore di conoscenza, 1000 euro nel 2011 ma ne aveva avuto indietro solo 400.
Per questo, da anni, cercava di ottenere il saldo del debito. Nella contesa, si era inserito anche Siragusano che avrebbe cercato di mediare.
L’avvocato Grasso ha quindi presentato istanza di scarcerazione per i propri assistiti ed il Gip Ugo Molina si è riservato la decisione