Sant’Agata Militello, un Parco da conoscere

300

Il paesaggio del Parco dei Nebrodi, in tutte le sue sfaccettature,  dall’aspetto naturalistico a quello geologico, senza trascurare  conoscenza di flora e fauna ma puntando soprattutto sulla necessità di  interpretare e far conoscere il ricco patrimonio locale.

Questi i risultati emersi dal convegno tenutosi ieri pomeriggio nella  Sala del Consiglio del Parco a S.Agata Militello, che, dopo  l’introduzione del Commissario del Parco Luca Ferlito e del Sindaco di  S.Agata Militello Carmelo Sottile  ha visto alternarsi le relazioni di  Salvatore Granata di Legambiente, Mario Candore direttore del  Dipartimento sviluppo rurale della Regione Sicilia, Franco Raimondo,  botanico e Presidente di OPTIMA (Organization for the Phytotaxonomic  Investigation of the Mediterranean Area), Valerio Agnesi, Ordinario di  geologia presso l’Università di Palermo, Renzo Ientile, direttore  della Riserva Vallone Piano della Corte.
Attese le relazioni del Generale Davide De Laurentis, Comandante del  Comando per la tutela della biodiversità e dei Parchi e di Franco  Tassi, per le competenze nell’ambito delle azioni di tutela della  biodiversità dei Parchi e per la consolidata esperienza nel settore  delle aree protette.
Ripercorse infatti tappe e funzioni che mettono i Parchi al centro di  un vasto sistema di presidio sul territorio, attraverso la vigilanza,  la prevenzione e repressione delle violazioni compiute in danno  dell’ambiente, in collaborazione con le Istituzioni preposte ma anche  di protagonista per le attività di educazione ambientale.
I Parchi hanno un grande ruolo nell’ambito dello sviluppo sostenibile:  responsabilizzare le popolazioni locali, a partire dalle scuole è  l’augurio del Prof. Tassi, che ha auspicato un ampio coinvolgimento,  nella consapevolezza dell’immenso  patrimonio a disposizione.
Parole chiave del seminario tutela e conservazione della biodiversità:  una giornata che ci arricchisce  e che testimonia quanto i Parchi  rappresentino un  patrimonio ambientale comune commenta Luca Ferlito,  Commissario del Parco dei Nebrodi.