Sant’Agata Militello, ricordata la strage di Capaci

277

Il 23 maggio 1992 morirono nella strage di Capaci il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta. Poco meno di 2 mesi dopo fu ucciso anche il collega e amico Paolo Borsellino ed i 5 agenti che lo accompagnavano in via d’Amelio.

Nel 26. anniversario della prima strage la “Fai antiracket Acis G. Falcone” di S. Agata, presieduta da Giuseppe Foti, ha sottolineato la ricorrenza dedicando la giornata al giudice simbolo della lotta alla mafia e a quanti hanno dato la vita per questo. Nella prima mattinata nella sede antiracket il presidente Giuseppe Foti ha incontrato gli studenti cui ha illustrato i progetti realizzati in 27 anni di Acis e proiettato un documentario. La manifestazione si è spostata alla Villa Falcone e Borsellino dove, presenti il vicesindaco Nino Testa, il presidente del consiglio Antonio Scurria, le Forze dell’ordine e le associazioni combattentistiche Unuci, Anfi, Anc, Anps, sono stati depositati mazzi di fiori ai piedi del monumento commemorativo.