Cantieri di lavoro, ecco la ripartizione per 52 comuni della provincia

6040

Sono 52 i Comuni della Città metropolitana ammessi dall’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro alla ripartizione dei fondi per l’istituzione dei cantieri di servizi.

Il piano di riparto ha destinato ai centri messinesi in totale 3 milioni 197mila euro dei 20 milioni complessivi disponibili alla Regione. Nella graduatoria generale sono finiti i 161 Comuni siciliani che nel 2014 non avevano ricevuto finanziamenti in parte o in toto e che nelle scorse settimane hanno presentato la manifestazione di interesse per partecipare alla ripartizione delle somme. I beneficiari riceveranno dei contributi in cambio di servizi di pubblica utilità svolti per le amministrazioni locali: un’occasione per integrare o ampliare i servizi comunali allo scopo di mitigare le condizioni di povertà ed emarginazione sociale scaturenti dalla carenza di occupazione. Ai cantieri possono essere ammessi i residenti da almeno 6 mesi nel proprio comune, tra i 18 e i 66 anni e 7 mesi non compiuti, disoccupati o inoccupati che hanno presentato la dichiarazione di disponibilità, con redditi percepiti non superiori a 453 euro mensili per quanti vivono da soli e fino a un massimo di 1.426 euro per famiglie fino a 12 componenti. I programmi di lavoro avranno la durata di tre mesi.
La ripartizione delle somme ai Comuni messinesi: Messina 1 milione 592mila euro; Taormina 72mila 545; Giardini 60mila 659; Castelmola 17mila 446; Alì 17mila 446; Antillo 17mila 446; Barcellona 272mila 483; Capizzi 21mila 906; Caprileone 29mila 557; Cesarò 17mila 446; Floresta 17mila 446; Fondachelli Fantina 17mila 446, Forza d’Agrò 17mila 446; Francavilla 25mila 532; Furci 22mila 436; Furnari 23mila 987; Gaggi 17mila 446; Galati Mamertino 17mila 446; Gallodoro 17mila 446; Itala 17mila 446; Librizzi 17mila 446; Longi 17mila 446; Malvagna 17mila 446; Merì; 17mila 446; Milazzo 210mila 397; Mojo 17mila 446; Mongiuffi Melia 17mila 446; Montagnareale 17mila 446; Montalbano Elicona 17mila 446; Naso 26mila 278; Mazzarrò S. Andrea 17mila 446; Nizza 24mila 367; Oliveri 17mila 446; Pagliara 17mila 446; Patti 87mila 212; Raccuja 5mila 981; Roccafiorita 17mila 446; Roccalumera 26mila 867; Rometta 42mila 811; S. Fratello 25mila 800; S. Teresa 40mila 307; S. Marco D’Alunzio 17mila 446; S. Salvatore Fitalia 17mila 446; S. Domenica Vittoria 17mila 446; Savoca 17mila 446; Spadafora 33mila 320; Torregrotta 48mila 603; Tortorici 7mila 698; Tripi 17mila 446; Venetico 25mila 231.