Tusa, finanziamento per il “Calvario”

336

L’Assessorato regionale Infrastrutture e mobilità ha notificato al Comune di Tusa il decreto di finanziamento per “i lavori di restauro del Calvario e la riqualificazione dell’area circostante e dei percorsi di accesso per l’importo di 493 mila euro.

Il Calvario è un’originale struttura dalla particolare forma di un cuore che vuole in qualche modo riprodurre il Monte Calvario e risale probabilmente al tardo cinquecento ed ospita proprio davanti al suo ingresso principale anche una cappella di stile neogotico e tre croci addossate nella parte alta che sono oggi utilizzate per rappresentare la Passione di Cristo ma che avessero identica funzione anche nel seicento.

Soddisfa zione è stata espressa dal sindaco di Tusa, Angelo Tudisca, che aveva puntato molto su questo intervento.

A giorni, sempre in tema di beni culturali, Tusa attende un’altra importante notizia per gli scavi archeologici di Halaesa, nei quali nei prossimi mesi saranno impegnati in campagne di scavi circa 100 giovani degli atenei di università siciliane, inglesi e francesi.