Erosione, progetto stralcio per la spiaggia di San Giorgio di Gioiosa Marea

329

L’amministrazione comunale di Gioiosa Marea sta predisponendo un progetto esecutivo per un intervento tampone da realizzare sulla costa di San Giorgio, nell’area sottostante il campo sportivo.

In questa zona, in dieci anni, si sono “volatilizzati” circa 120 metri di arenile. Ad aprile, e dunque nell’attesa di firmare il contratto di costa, l’esecutivo guidato dal sindaco Ignazio Spanò si era attivato, inviando una missiva a Maurizio Croce, soggetto attuatore per monitorare e azzerare il dissesto idrogeologico in Sicilia, e richiedendo di poter utilizzare circa 500 mila euro dalle somme previste dal progetto del “Patto per il Sud” – in totale  8.500.000 euro – riguardante il ripascimento di Gioiosa Centro tra Capo Skino e il torrente Zappardino. Alcuni giorni fa, Croce ha risposto, sottolineando che, per realizzare un intervento tampone di somma urgenza, è necessario un progetto esecutivo. Gli uffici sono stati quindi già mobilitati per la sua stesura e dunque anche per quantificare concretamente le somme per fermare il fenomeno erosivo a San Giorgio. Nelle prossime settimane, gli amministratori andranno a Palermo, per consegnare tutto l’incartamento e per capire quando inizieranno i lavori di ripascimento sul litorale sangiorgese. Naturalmente resta alta  l’attenzione del comitato “Borgo Marinaro” e dei residenti della frazione, che sperano venga stoppata nel più breve tempo possibile l’erosione, in modo che si ricreino, tra l’altro, le condizioni del “ritorno” della spiaggia. Questo intervento è complementare a quanto sarà previsto nel progetto generale di tutta la costa da Patti a Tusa; il presidente della Regione, Nello Musumeci, all’atto della firma del contratto di costa, ha spiegato che sono necessari 4 mesi per preparare il progetto. E come ha confermato lo stesso Croce all’incontro che si è svolto alla pinacoteca di Capo d’Orlando, organizzato da Legambiente Nebrodi e dal comune paladino, solo predisponendo il progetto generale si potrà avere un concreto sguardo di insieme e capire come procedere.