L’Orlandina lotta solo un tempo a Cremona e retrocede in Legadue

503

Finisce a Cremona la rincorsa della Betaland Capo d’Orlando verso una salvezza che si sapeva essere difficilissima.

I paladini, nonostante l’assenza di Justin Knox e un Valery Likhodey che ha coraggiosamente provato a stare in campo nonostante un infortunio, le hanno provate tutte in casa di una Vanoli in grandissimo spolvero e che ha esibito una grandissima prova offensiva conquistandosi un posto nei playoff.
È grande l’approccio alla gara della Betaland, che gioca un primo tempo offensivamente eccellente, purtroppo però le risorse a disposizione non erano sufficienti per durare quaranta minuti in casa di una formazione così talentuosa e con un obiettivo importante da conquistare.
Resta il rammarico per qualche gara sfuggita nel finale, ma soprattutto vanno fatti grandi applausi a questa squadra per quello che ha saputo esprimere nelle ultime settimane, per l’orgoglio che ci ha messo anche in condizioni estremamente difficili e per aver comunque, fino alla fine, cercato di ottenere un traguardo che ad un certo punto sembrava veramente irrealizzabile.
Finisce dunque così questa stagione, con il più amaro dei risultati.
Da domani si penserà a ripartire.