Capo d’Orlando, due transenne per rinviare gli interventi al Faro

474

Nel favoloso mondo di Mary Poppins “basta un poco di zucchero” per mandar giù la pillola.
In quello meno favoloso dei lavori pubblici in provincia, dovrebbero essere sufficienti un nastro e due transenne per tenere su una strada.

Già qualche giorno fa avevamo lanciato l’allarme per nuove cavità presenti sotto il manto stradale di un tratto di Provinciale nei pressi del Faro (qui il precedente articolo).
La situazione è nota: l’erosione della costa sta risucchiando la sabbia che si trovava tra le rocce su cui per decenni è stata poggiata la strada. Così vaste zone si vuotano e risucchiano l’asfalto.
L’intervento dei tecnici di Palazzo dei Leoni si è limitato a transennare due buche per evitare che qualcuno, al passaggio, vi sprofondi. Niente di più, mentre una delle due cavità continua a far allargare la buca apertasi.
E’ la zolletta di zucchero per far digerire la pillola del mancato intervento previsto da oltre un anno.