sabato, Gennaio 22, 2022

Militello, appello di un gruppo di giovani per Teresa Traviglia Cicirello

militello rosmarino
Un vero e proprio appello è stato reso pubblico a Militello Rosmarino affinchè Teresa Travaglia Cicirello si candidi a sindaco.
A causa di alcuni esposti, infatti, sarebbe emerso un presunto abuso edilizio avvenuto nel 1973 (prima della nascita della stessa ) che avrebbe indotto la Travaglia a rinunciare.
Un gruppo di giovani chiede però l’impegno della donna alle prossime amministrative.
Ecco l’appello integrale
Alla luce dei recenti avvenimenti, è ancora in bilico la candidatura di Teresa
Travaglia Cicirello a sindaco di Militello Rosmarino.
A seguito dei ripetuti esposti presentati nei confronti della dott.ssa Travaglia e della
sua famiglia per un presunto abuso edilizio perpetrato nel lontano 1973, diversi anni
prima che la stessa venisse al mondo, oggi Teresa si trova, sebbene immotivatamente,
in una condizione di disagio nel presentarsi al giudizio elettorale del 10 giugno
prossimo.
Nonostante, infatti, non siano configurabili situazioni di incandidabilità o incompatibilità, la dottoressa Travaglia- per la sua sensibilità e caratura morale – si pone tuttavia lo scrupolo di rinunciare alla eventuale sua candidatura.
Oggi noi, rappresentanti di un folto gruppo di giovani e non, sentiamo l’obbligo di
diffondere questo comunicato poiché non accettiamo tale scelta e non riusciamo ad
arrenderci all’idea che questi gesti possano essere capaci di mettere in dubbio
l’assoluta onestà dell’unica candidata che il nostro gruppo vuole esprimere e
designare come proprio sindaco.
Pertanto acclamiamo a gran voce la sua discesa in campo poiché vediamo in lei il
vero motore della rinascita di questo paese e vogliamo a tutti costi sposare il suo
progetto incentrato unicamente sulla esigenza di unità cittadina, collaborazione e
definitivo superamento delle fazioni contrapposte, perché riponiamo in lei una
immensa fiducia e vogliamo accanto a lei andare avanti senza alcun indugio lungo
la strada della legalità e correttezza non solo morale che ha sempre contraddistinto la
“nostra Teresa”.
Chiediamo inoltre a tutta la comunità di valutare con coscienza le azioni che sono
state fatte contro di lei e di manifestare insieme a noi la propria solidarietà,
dissentendo fortemente da questo attacco gratuito manifestato giusto a due mesi
dalle elezioni, quando nell’aria si profilava la sua candidatura (e non 45 anni fa ai
tempi del presunto abuso,…), stigmatizzando tali comportamenti.
Questo atto, che non saremo di certo noi a giudicare ma che sarà valutato nelle sedi
competenti, sicuramente non può fregiarsi di essere portatore di giustizia e pace ma
innesca un clima di persecuzione nei confronti di una persona che ha la sola colpa di
essere l’erede di una semplice irregolarità formale.
In attesa di una sua definitiva e positiva risposta al nostro appello chiediamo a tutti
gli organi di stampa e mezzi di comunicazione di diffondere questa notizia affinché
giunga nelle case di ognuno dei nostri compaesani e a tutti gli abitanti dei paesi
viciniori.
Comitato Giovani per Teresa Travaglia Cicirello Sindaco
Gabriella Ambrogio
Annalisa Italiano
Pietro Ricco Galluzzo
Caterina Tomasi Morgano
Vincenzo Di Stefano
Giuseppe La Farina
Salvatore Blogna
Donatella Cangemi
Rosalba Conti
Valentina Carcione
Davide Blogna
Maria Pia Femminella
Giuseppe Lo Castro
Salvatore Cangemi
Teresa Carla Lo Castro
Consuelo Blogna
Gioacchino Di Stefano
Rosario Tomasi Morgano
Biagio Carcione
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp