Longi, il Tar reintegra il consigliere Miceli

701

Il Tar di Catania ha accolto l’istanza cautelare avanzata da Antonino Miceli, consigliere comunale di Longi dichiarato decaduto dalla carica nel corso di una riunione dai toni carichi di tensione.

Nel ricorso presentato dall’avv. Ciro Gallo si chiedeva la sospensione dell’efficacia della delibera di decadenza di Miceli, approvata dall’assemblea il 28 febbraio e di ogni altro provvedimento consequenziale. Miceli, candidato sindaco sconfitto nel 2017 e capogruppo di minoranza, era stato dichiarato decaduto a seguito della contestazione di ripetute assenze ingiustificate ai lavori d’aula ma si era difeso sostenendo le motivazioni prettamente politiche che lo avevano indotto a non presenziare alle sedute, a seguito di un atteggiamento, dallo stesso ritenuto ostile, del presidente del consiglio che gli aveva negato la facoltà di intervenire in una riunione, oltre ad un’assenza dovuta a gravi motivi di salute della madre.