Capo d’Orlando, si apre domani l’Earth Day Nebrodi

452

Partirà domani l’iniziativa Earth Day Nebrodi Capo d’Orlando, la tre giorni interamente dedicata alla Giornata Mondiale della Terra, giunta alla quarta edizione.

Si tratta della più grande manifestazione ambientale del mondo, che in Sicilia si svolge in contemporanea a Capo d’Orlando, Palermo e Cefalù. Dal 20 al 22 aprile, su tutto il territorio Comunale, dal Parco Suburbano di Scafa al Porto, dall’isola pedonale allo spazio LOC, è stato allestito un nutrito calendario di iniziative e attività con laboratori, mostre, esposizioni, degustazioni, laboratori per bambini, percorsi sensoriali e spontanei e una mostra-mercato.

L’edizione 2018 è impreziosita dalla mostra fotografica collettiva “We are drops” , movimento promosso da Giuseppe La Spada, artista impegnato e riconosciuto per il suo operato da più di dieci anni sul tema della tutela dell’acqua e della sostenibilità ambientale e vincitore di un Webby Awards a New York per un’opera ecologista. La mostra dedicata al tema dell’acqua verrà inaugurata sabato 21 aprile alle 18,30 nello spazio LOC ed è un esperimento artistico educativo che associa 36 artisti provenienti da tutto il mondo e 200 bambini delle scuole elementari e medie, dedicato alla cura del mare e alla lotta  all’inquinamento. Presenzierà l’evento di apertura dell’esposizione il prof Marco Faimali, responsabile dell’Istituto di Scienze Marine – Genova ISMAR-CNR, con un seminario sul problema della marine litter dal titolo “Gli alieni siamo noi, l’invasione silenziosa della plastica”.

“Saranno tre giorni da vivere con grande coinvolgimento – afferma l’Assessore al Turismo Rosario Milone – tre giorni dedicati a sensibilizzare grandi e bambini sulle tematiche ambientali grazie all’impegno delle organizzatrici Francesca Mollica e Patrizia Damiano. Rispettare la terra, il mare e tutto l’ambiente che ci circonda significa rispettare noi stessi e il mondo che ci ospita. Capo d’Orlando ancora una volta si apre al territorio e sarà l’occasione per mostrare non solo le sue bellezze, ma anche la sua maturità e la sua coscienza civica”.