Aspettando la primavera

1514
neve mistretta

Un avvio di primavera tutt’altro che canonico. Nonostante il calendario astronomico abbia sancito l’inizio della stagione con l’equinozio del 20 marzo scorso, stiamo attraversando una perturbazione tutt’altro che clemente, con calo delle temperature e neve ad alta quota, anche sulla nostra isola.

Dovremo attendere ancora qualche giorno per godere di sole e clima mite, tipici della stagione. Il buongiorno stamani ce lo ha dato una pioggia insistente su tutta la fascia tirrenica e per l’intera giornata, si attarderà ancora, specie su palermitano e messinese. Quota neve in risalita, ovunque superiore ai 1000 mt.  Mistretta, stamani, si è svegliata sotto i fiocchi di neve, anche se la situazione è sotto controllo e la viabilità è regolare, non essendoci neve sulle strade. Neve a Floresta, dove stanotte se ne sono depositati circa 25 cm. Viabilità assicurata dai mezzi spazzaneve dell’Anas già in azione dal pomeriggio di ieri sulle S.S. 116 Randazzo-Capo d’Orlando e 117 S. Stefano di Camastra-Leonforte. Stessa situazione sulla S.S. 289 Cesarò, dove la neve ha raggiunto nei punti più alti e nella zona di Villa Miraglia il mezzo metro.  Il transito è garantito grazie al lavoro dei mezzi spazzaneve e spargisale dell’ANAS, ma si raccomanda di mettersi in viaggio per queste località solo con catene a bordo o gomme termiche. Possibili disagi solo sulle strade provinciali interne o su strade interponderali non raggiunte dai mezzi Anas, dove potrebbero incontrarsi accumuli di neve. Stasera aumenterà la nuvolosità da sud ovest, con nuove precipitazioni, che in nottata si estenderanno al resto dell’isola. Temperature in lieve rialzo. Venti deboli di direzione variabile, con tendenza a provenire da sud est dalla serata, con rinforzi sulle coste meridionali. Mari tutti mossi. Domani, 25 marzo, domenica delle Palme, risulterà particolarmente perturbata. Il cielo sarà coperto su tutta la Sicilia, con precipitazioni che da sud ovest, si estenderanno gradualmente su tutta l’isola. Venti inizialmente deboli di direzione variabile, tenderanno a disporsi da libeccio nel tardo pomeriggio e a rinforzare. Temperatura ancora in lieve aumento, ma sempre sotto la media del periodo. Mari inizialmente tutti poco mossi, con moto ondoso in aumento dal pomeriggio. La tendenza per il fine settimana  vedrà quindi ulteriori piogge, seppur in un contesto termico più mite. L’inizio della settimana Santa, invece, dovrebbe sancire un definitivo miglioramento delle condizioni del tempo, specialmente a partire da mercoledì, con un deciso rialzo delle temperature.