Capo d’Orlando, demolito immobile abusivo

4477

E’ stato demolito un fabbricato abusivo, che era stato realizzato a Santa Carrà di Capo d’Orlando, per cui è stato ripristinato lo stato originario dei luoghi.

Lo ha accertato la polizia municipale di Capo d’Orlando, dopo un sopralluogo effettuato il 20 marzo scorso. L’immobile, come si evince dalle ordinanze emesse dal comune paladino, era stato realizzato in zona costiera entro i 150 metri, in area soggetta a vincolo di inedificabilità assoluta. Il proprietario aveva presentato ricorso al Tar, richiedendo la sospensiva dell’ordinanza di demolizione, che però non fu accolta. Conseguentemente, l’ufficio dell’area urbanistica ed edilizia del comune di Capo d’Orlando, diretto dall’architetto, Mario Sidoti Migliore, in data 5 luglio 2017, ordinò la demolizione dell’immobile, poi, il 18 dicembre successivo ha proceduto all’acquisizione al patrimonio comunale dell’area su cui è stato realizzato l’abitazione, infine, il 20 febbraio scorso, ha applicato la sanzione amministrativa di venti mila euro. Poi l’ultimo passaggio è stato l’iniziativa del proprietario, che richiesto l’autorizzazione per provvedere, autonomamente, alla demolizione, circostanza che ha trovato conferma, dopo il sopralluogo della polizia municipale del 20 marzo scorso.
L’edificio rientra tra quelli finiti al centro di una inchiesta della guardia di finanza di Capo d’Orlando