Distretto Sociosanitario 31 ammesso al programma P.I.P.P.I.

232

Con provvedimento n. 85 del 16.02.2018, il distretto sociosanitario 31, comune capo fila Sant’Agata di Militello, è stato ammesso al finanziamento per la presentazione da parte di Regioni e provincie Autonome di proposte di adesione alla sperimentazione del modello di intervento P.I.P.P.I. adottate dalla Direzione Generale per la Lotta alla Povertà e per la Programmazione Sociale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Il programma P.I.P.P.I. (Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione) è indirizzato al contrasto della istituzionalizzazione dei bambini di età compresa tra 0 e 11 anni. Costituisce un approccio strutturato di presa in carico del nucleo familiare, capace di ridurre significativamente i rischi di allontanamento del bambino o di rendere tale allontanamento, laddove necessario, limitato nel tempo, facilitando i processi di riunificazione familiare. La quota di finanziamento autorizzato per il 2018 per la Regione Sicilia è pari a complessivi € 200.000,00, da ripartire tra n. 4 Distretti Sociosanitari ammessi a finanziamento, tra i quali figura il Distretto Sociosanitario 31, comune capofila Sant’Agata di Militello.

Soddisfazione espressa dal Sindaco di Sant’Agata di Militello, Carmelo Sottile: “Si tratta di una iniziativa molto importante, un programma innovativo nel metodo, perché responsabilizza i genitori allo scopo di prevenire l’allontanamento dei figli dalle mura domestiche, e che nelle sperimentazioni precedenti a livello nazionale ha dato risultati significativi. Ringrazio ancora una volta il personale dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune per l’incessante e proficuo lavoro svolto sul fronte delle varie iniziative a livello sociale che interessano la nostra comunità”. “Il Comune di Sant’Agata, quale comune capofila del distretto sociosanitario 31, ha accolto con grande entusiasmo questa importante iniziativa” – aggiunge l’assessore ai servizi sociali Giuseppe Puleo- ” Siamo orgogliosi di poter sovrintendere alla realizzazione di questo programma e che il nostro distretto sia stato selezionato insieme ad altri tre ambiti ammessi in Sicilia, alla sperimentazione del medesimo programma”

Al fine di poter  discutere e pianificare  le attività  previste per porre in essere  la prosecuzione della sperimentazione del piano di lavoro PIPPI 7,   è stata convocata per il 28 marzo prossimo nei locali del Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali della Regione siciliana  una riunione operativa a cui sono stati invitati a partecipare per la  sottoscrizione del protocollo d’intesa con la Regione Sicilia il rappresentate  legale del distretto 31 Carmelo Sottile ed  il referente di Ambito Ing. Giovanni Amantea .