Due arresti per stalking a Gioiosa Marea e a Sinagra

853

Stalking, violenza e lesioni nei confronti delle ex compagne. Con queste imputazioni due giovani di Messina e Patti, sono stati arrestati a Gioiosa Marea e Sinagra.

Le manette sono scattate l’8 marzo ad opera dei carabinieri della compagnia di Patti e delle stazioni di Gioiosa Marea e Sinagra; hanno dato esecuzione a due distinte ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dal gip del tribunale di Patti. In entrambi i casi la stessa dinamica: giovani donne che subiscono maltrattamenti in costanza del loro rapporto sentimentale, poi l’inevitabile decisione di interrompere le relazioni ed infine, come reazione, continui soprusi e violenze. I due giovani di 27 e 26 anni, non accettando l’interruzione delle relazioni sentimentali, hanno effettuato frequenti pedinamenti, minacce di morte, ingiurie e talvolta atti di violenza fisica alle ex compagne. La situazione è arrivata ad una svolta, quando le donne, temendo per la loro stessa incolumità, si sono rivolte ai carabinieri; i militari, raccogliendo le denunce ed avviando le indagini, anche in stretto raccordo con la task force istituita dal comando provinciale proprio per il contrasto alla “violenza di genere”, sono riusciti a fornire in tempi brevi all’autorità giudiziaria tutti gli elementi per ottenere i provvedimenti cautelari. Così per il ventisettenne di Messina ed il ventiseienne di Patti sono scattati gli arresti domiciliari.