“Tiziano Granata è morto per infarto”, primo responso dell’autopsia

4687

Nessun segno di violenza e conferma del primo esame esterno: il poliziotto pirainese Tiziano Granata è morto per arresto cardiaco. La notizia, trapelata dopo l’autopsia fatta ieri sul corpo del poliziotto di Sant’Agata di Militello, è anticipata da Repubblica.

Mancano ancora gli ultimi riscontri, quelli tossicologici, ma certamente l’esito dell’esame tende ad escludere ogni anomalia ed ogni connessione con la morte di Rino Todaro, collega di Granata morto a 24 ore di distanza per una leucemia fulminante.
I due agenti lavoravano fianco a fianco nelle indagini che hanno svelato gli interessi mafiosi sui finanziamenti agricoli sui Nebrodi e la macellazione clandestina di bestiame infetto.
Lunedì, a Messina si terrà l’autopsia di Todaro, ma intanto il corpo di Tiziano Granata è stato riconsegnato ai familiari per i funerali che saranno celebrati domani alle 15 nella chiesa Maria Santissima di Lourdes a Gliaca di Piraino.
Secondo quanto ripostato da Repubblica, gli agenti del Ris hanno raccolto alcuni campioni col contenuto dei medicinali che stava assumendo Granata nei giorni precedenti al decesso. Se il medico legale, dopo l’esito dell’esame tossicologico, lo riterrà necessario, chiederà che il contenuto sequestrato dal Ris venga analizzato. Questa la procedura nel caso in cui dovessero emergere anomalie che al momento non sono state rilevate.