Acquedolci, si profila una emergenza rifiuti

239

Acquedolci rischia da oggi una emergenza igienico-sanitaria a causa del blocco della raccolta rifiuti da parte della ditta incaricata di svolgere il servizio.
L’allarme è stato lanciato dal vice sindaco  Salvatore Oriti: “Ci troviamo nell’impossibilità di conferire i rifiuti in discarica a causa dei costi raddoppiati, a seguito dell’ordinanza della Regione, Dipartimento Rifiuti, che dispone il passaggio in due centri come Palermo e Catania”.
“Giovedì – prosegue Oriti- mi recherò a Palermo, per discutere con la funzionaria Maria Santa Giunta- per chiedere alla luce, di una situazione di pre-dissesto  dissesto e dei debiti pregressi con la ditta che si occupa del servizio di raccolta, ereditati dalla precedente amministrazione, di uscire fuori dal novero dei comuni inseriti nell’ordinanza regionale, a seguito della quale dobbiamo pagare 178 euro  per ogni tonnellata di rifiuti, soggetti al pretrattamento nel centro di Palermo, per poi essere trasferiti a Catania”.