Capo d’Orlando, accusò un poliziotto di violenza, ora è indagata per calunnia

1723

È stata fissata per il prossimo 4 aprile di fronte al Giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni di Messina, Claudia Bernardo, l’udienza preliminare a carico di una ragazza diciottenne, residente nel comprensorio tirrenico nebroideo, imputata per calunnia, falsa testimonianza e false informazioni rese al Pm in relazione ad un procedimento che la vide coinvolta quando era ancora minorenne.
La parte offesa è un 47enne ex poliziotto di Capo d’Orlando, posto agli arresti domiciliari nel maggio del 2016, su ordine di custodia spiccato dalla Procura della Repubblica di Patti, per presunta violenza sessuale sulla minore. L’uomo fu quindi rimesso in libertà pochi mesi dopo, nel luglio 2016, e successivamente nei suoi confronti è stata avanzata la richiesta di archiviazione delle accuse.