Capo d’Orlando, Ingrillì illustra i primi 18 mesi di attività

374

Arriva a diciotto mesi dall’insediamento il primo resoconto al consiglio comunale da parte del sindaco di Capo d’Orlando, Franco Ingrillì. Nel corso di una conferenza stampa svoltasi in mattinata in municipio il primo cittadino ha illustrato il documento anche alla stampa, in modo da poter far giungere nelle case il resoconto del lavoro svolto.
Un lavoro, ha detto il primo cittadino, mirato a far quadrare i conti ma anche ad ultimare l’attività svota dalla precedente amministrazione.
Pur mantenendo gli investimenti che erano stati fatti l’esecutivo ha puntato a riequilibrare la spesa finanziaria mantenendo i servizi agli stessi livelli, puntando maggiormente a risorse e finanziamenti europei, nazionali e regionali che non vanno ad incidere sulle casse comunali.
Inoltre molto lavoro è stato svolto anche per eliminare contenziosi spalmando i costi su esercizi triennali come per la sistemazione della strada del depuratore, l’acquisto del terreno di Pissi che ospita la Protezione Civile, la pendenza con le Ferrovie dello Stato relativa al cavalcavia, il debito acquisito per conto di Villa Piccolo con la Sace e per ultimo il debito con la ditta Aveni srl portato in CC nell’ultima seduta. Ingrillì ha rivendicato l’accentramento degli uffici finanziari e l’aver creato la condizione per l’assunzione di 100 dei 136  precari (con l’impegno a prendere i più fattivi)
Per le opere pubbliche l’amministrazione ha presentato il completamento di tutte le opere avviate dall’Amministrazione Sindoni: la riqualificazione del lungomare Andrea Doria, i campi dello Stadio Merendino, il palazzo degli uffici nella zona di Santa Lucia, lo scatolare sotto Via Pirandello, i lavori di adeguamento negli edifici scolastici (asilo nido, scuola materna Santa Lucia, scuola elementare di via Roma), e l’avvio dei i lavori per la sistemazione della villa di Piscittina.
Per quanto riguarda ulteriori opere da realizza, sono state effettuate tutte le procedure per  ricevere il via libera per  le gare relative alla realizzazione della rete fognaria di Scafa, San Gregorio e della contrada Marmoro. Inoltre, è stato  ottenuto il finanziamento per il restauro conservativo del magazzino ex scalo merci e la realizzazione di un nuovo edificio all’interno dell’area di parcheggio adiacente la stazione ferroviaria.

Inoltre l’amministrazione rivendica l’inserimento nel Patto per Messina del finanziamento di 800mila euro per gli interventi necessari sulla litoranea Capo d’Orlando San Gregorio ed il finanziamento per la realizzazione della palestra a servizio della scuola di contrada Vina e per la scuola media “Ernesto Mancari” di via Piave. Infine, insieme alla Sogesit , l’Ente che gestisce il finanziamento, abbiamo rivisto il progetto e sono state incrementate le somme relative al finanziamento. Ed ora si attende che venga esitata la gara per l’adeguamento.

La relazione annuale integrale (clicca per scaricare)