Rapporto Google, ecco cosa abbiamo chiesto nel 2017 al motore di ricerca

373

La meta di vacanze più cliccata su google nel 2017 è la Sicilia, che precede Grecia, Sardegna e Caraibi. Ce lo racconta il rapporto emesso da Google, che ripercorre l’anno appena trascorso attraverso le domande che gli italiani hanno fatto al principe dei motori di ricerca.
Il nome più cliccato del 2017 è quello della iena Nadia Toffa, colpita da un malore che ha messo in ansia tutta Italia. Al secondo posto la tragedia dell’hotel Rigopiano dello scorso 18 gennaio in provincia di Pescara. Ma anche lo sfortunato spareggio per i Mondiali di Russia tra Italia e Svezia e la parola terremoto.
Fra i personaggi, dietro alla Toffa, il portiere del Milan Gigio Donnarumma, il motociclista Nicky Haiden (scomparso lo scorso maggio dopo un incidente in bici nel riminese), Paolo Villaggio (che il Paese ha salutato con affetto lo scorso luglio) e Fabrizio Frizzi, anche lui colpito da un malore. Ma non poteva mancare anche Chiara Ferragni, la fashion blogger italiana che aspetta un bambino dal cantante Fedez.
I lati più esilaranti arrivano però nelle classifiche dei dubbi degli italiani. Fra i “come fare” spiccano le olive in salamoia, la marmellata di albicocche e la carbonara. Mentre fra i “perché” al primo posto c’è la geopolitica con “perché la Catalogna vuole l’indipendenza”, e “perché la Corea del Nord vuole attaccare gli Stati Uniti”, ma anche i motivi per cui fischiano le orecchie o del canto delle cicale. Le parole di cui gli italiani cercano più spesso il significato sono invece ipocondriaco, mannaggia, parole riferite ai discorsi politici come Ius Soli e Rosatellum, ma anche namaste, panta rei e Karma, termini tornati in auge grazie alla canzone vincitrice di Sanremo, “Occidentali’s Karma” di Francesco Gabbani.
Andando invece a curiosare su scala globale spiccano i nomi di Harvey Weinstein e Kevin Spacey, alla ribalta per lo scandalo sessuale che ha colpito il mondo di Hollywood, ma anche quello di Meghan Markle, promessa sposa del principe di Windsor Harry, mentre tra le parole più ricercate nel mondo ci sono i nuovi iPhone, l’uragano Irma e i bitcoin.