Violenza sessuale, giovane assolto in appello

1290

La corte d’appello di Messina, presidente Lazzara, a latere Celi e Trimarchi, ha assolto un 20 enne di Brolo dall’accusa di abusi sessuali su minore con ritardo mentale lieve e minacce. La vicenda è quella che ha visto coinvolti 5 giovani, di cui tre maggiorenni, a Brolo nel 2014. La vittima una minorenne con disturbi psichici. All’epoca dei fatti il 20enne oggi assolto in appello a Messina era minorenne, così come la vittima stessa ed un’altra ragazza, anche lei imputata ma condannata in appello a 2 anni e 2 mesi di reclusione, con la sospensione condizionale della pena. Per i tre maggiorenni, Alessandro Cocivera, Michele Mondello e Giovanni Sciacca, arrestati dai Carabinieri dopo la denuncia della vittima, è tutt’ora in corso il processo al tribunale di Patti. Il 20enne e l’altra ragazza  erano stati condannati nel 2016 dal Tribunale per i minori di Messina alla pena di quattro anni e due mesi di reclusione. Per il giovane, difeso dall’avvocato Mimmo Magistro, i giudici hanno disposto l’assoluzione perché il fatto non sussiste, relativamente al capo d’imputazione degli abusi sessuali mentre per la minaccia il fatto non costituisce reato. Nei confronti della ragazza, invece, la pena è stata rideterminata con l’esclusione di alcune aggravanti.