Antiracket, Rosy Bindi e Tano Grasso a Capo d’Orlando

472

Assente due anni fa per dissidi che contrapposero l’Acio alla Fai, Tano Grasso sarà stavolta tra i protagonisti della cerimonia che si svolgerà a Capo d’Orlando per i 27 anni dalla fondazione dell’Acio, la prima associazione antiracket italiana.
Il 7 dicembre, infatti, nel centro paladino si tornerà a parlare di lotta alle estorsioni ed all’usura alla presenza della presidente della commissione nazionale antimafia, Rosy Bindi, del procuratore capo di Messina, Maurizio De Lucia e del commissario nazionale Antiracket Domenico Cuttaia.
Tano Grasso, che due anni fa era assente alla manifestazione dell’Acio, stavolta ci sarà nella sua nuova carica di presidente della Fai, l’associazione che assorbe tutti i sodalizi italiani antiracket. Incarico che è tornato ad occupare dopo 15 anni di presidenza onoraria e reggenza del pattese Pippo Scandurra.
L’appuntamento orlandino servirà anche a comprendere come siano stati superati recenti fratture all’interno del movimento antiracket in provincia di Messina dopo alcune nomine volute da Grasso.