Capo d’Orlando, controlli sulla pesca abusiva

372

E’ costata 4.000 euro di multa e 5 punti da decurtare sulla patente nautica il tentativo di pesca di pesca di frodo da parte di una imbarcazione con due persone a bordo. L’episodio è avvenuto nei pressi della foce del torrente Zappulla, a Capo d’Orlando ed a scoprirlo sono stati gli uomini della Guardia Costiera impegnati  in attività di pattugliamento lungo tutto il litorale di giurisdizione.
Una pattuglia da terra, al Comando del Tenente di Vascello Michele Rossano, durante alcune verifiche in materia di tutela dell’ambiente ha notato un natante con a bordo 2 persone intente a calare in mare una rete da pesca, a circa 50 metri dalla costa.
L’imbarcazione è risultata sprovvista di sigla identificativa. Così è stata chiamata sul posto una motovedetta che sottoposto a controllo l’imbarcazione che, sebbene munita di licenza di pesca, aveva nascosto le sigle identificative sullo scafo, in modo da non permetterne il riconoscimento ed eludere eventuali controlli. La barca è stata scortata al Porto dove è stata elevata la multa da 4.000 euro e applicata la sanzione accessoria che prevede la decurtazione di “5 punti” a carico del comandante. Le attività di prevenzione, fanno sapere dalla Capitaneria di Porto, proseguiranno anche nei prossimi giorni in tutto il litorale.