Regionali, l’ultimo sondaggio. Musumeci di una spanna su Cancelleri. Ma vince l’astensione.

0
975

“Se si votasse oggi per la Presidenza della Regione, il candidato del Centro Destra Nello Musumeci, con il 36%, avrebbe oggi un lieve vantaggio sul leader del Movimento 5 stelle in Sicilia Giancarlo Cancelleri, attestato al 35%. Musumeci e Cancelleri possono però contare, entrambi, su un bacino potenziale del 42%: si tratta di elettori siciliani che prendono in considerazioni più opzioni e che non escludono oggi di poterli votare il 5 novembre”. Sono le considerazioni dell’istituto Demopolis che, sul proprio sito internet, ha pubblicato l’ultimo sondaggio pre elettorale sulle regionali siciliane, a 16 gionri dalla consultazione.
La sfida elettorale – secondo Demopolis –  appare più complessa per il rettore Fabrizio Micari e per il Centro Sinistra, su cui pesa non solo la divisione con l’area di Sinistra guidata da Claudio Fava, ma anche e soprattutto l’eredità del Governo uscente. Micari otterrebbe oggi il 21%, con un potenziale stimato al 27; più distante Fava al 7% (con un potenziale del 15). A pesare sul consenso saranno anche i numerosi candidati all’ARS, presenti nei diversi contesti provinciali nelle liste a supporto dei candidati alla Presidenza della Regione.  Un dato allarmante è quello riguardo l’astensione. La fiducia dei siciliani nell’istituzione “Regione” crolla dal 33% del 2006 al 12% di oggi.  Un dato, quello rilevato dall’Istituto Demopolis, più basso di quasi 20 punti rispetto alla media nazionale e che pesa in modo significativo sull’affluenza alle urne nell’Isola. Se ci si recasse oggi alle urne, il 52% degli aventi diritto, circa 2 milioni e 400 mila siciliani, non voterebbe per la scelta del nuovo Presidente della Regione.