Regionali, l’ultimo sondaggio. Musumeci di una spanna su Cancelleri. Ma vince l’astensione.

1015

“Se si votasse oggi per la Presidenza della Regione, il candidato del Centro Destra Nello Musumeci, con il 36%, avrebbe oggi un lieve vantaggio sul leader del Movimento 5 stelle in Sicilia Giancarlo Cancelleri, attestato al 35%. Musumeci e Cancelleri possono però contare, entrambi, su un bacino potenziale del 42%: si tratta di elettori siciliani che prendono in considerazioni più opzioni e che non escludono oggi di poterli votare il 5 novembre”. Sono le considerazioni dell’istituto Demopolis che, sul proprio sito internet, ha pubblicato l’ultimo sondaggio pre elettorale sulle regionali siciliane, a 16 gionri dalla consultazione.
La sfida elettorale – secondo Demopolis –  appare più complessa per il rettore Fabrizio Micari e per il Centro Sinistra, su cui pesa non solo la divisione con l’area di Sinistra guidata da Claudio Fava, ma anche e soprattutto l’eredità del Governo uscente. Micari otterrebbe oggi il 21%, con un potenziale stimato al 27; più distante Fava al 7% (con un potenziale del 15). A pesare sul consenso saranno anche i numerosi candidati all’ARS, presenti nei diversi contesti provinciali nelle liste a supporto dei candidati alla Presidenza della Regione.  Un dato allarmante è quello riguardo l’astensione. La fiducia dei siciliani nell’istituzione “Regione” crolla dal 33% del 2006 al 12% di oggi.  Un dato, quello rilevato dall’Istituto Demopolis, più basso di quasi 20 punti rispetto alla media nazionale e che pesa in modo significativo sull’affluenza alle urne nell’Isola. Se ci si recasse oggi alle urne, il 52% degli aventi diritto, circa 2 milioni e 400 mila siciliani, non voterebbe per la scelta del nuovo Presidente della Regione.