Presidenti dei consigli comunali riuniti a Capo d’Orlando

0
384
L’aula consiliare Falcone e Borsellino di Capo d’Orlando ha ospitato la prima riunione dei Presidenti dei Consigli Comunali della provincia di Messina.
 
L’iniziativa di riunire i Presidenti dei civici consessi, partita da Capo d’Orlando e subito condivisa dalla totalità dei Comuni messinesi, vuole essere un momento di confronto su temi di grande rilevanza ed ampio respiro, che interessano cittadini e territori della Provincia e che meritano risposte concrete.
 
Numerosa ed entusiasta la partecipazione all’iniziativa per la nascita di uno “strumento” nuovo che, da un lato, cerca di recuperare terreno in un periodo nel quale l’assenza di un organo quale “la Provincia” ha determinato un deficit di rappresentanza degli interessi del nostro territorio e, dall’altro, intende rivalutare il ruolo dei Consigli comunali, quali organi di indirizzo politico, più alto e di livello.
Ventitrè i presenti alla prima riunione:
 
Capo d’Orlando (Carmelo Galipò), Castell’Umberto (Tito Barbagiovanni), Torrenova (Massimiliano Corpina), Caprileone (Caterina Lionetto), Sant’Agata Militello (Antonio Scurria), Mistretta (Felice Testagrossa), San Piero Patti (Giuseppe Forzano), Mirto (Andrea Raffiti), Longi (Aldo Russo), Naso (Gaetano Nanì), San Fratello (Vittoria Liuzzo), Acquedolci (Valeria Rubuano), Torregrotta (Dario Antonazzo), Sant’Angelo di Brolo (Michele Martella), Alcara Li Fusi (Maria Rosa Calcò), Pettineo (Gianfranco Gentile), Santo Stefano di Camastra (Marila Re), Montalbano Elicona (Fabio Truglio), Montagnareale (Nunzio Milici), Castel di Lucio (Giuseppe Nobile), Galati Mamertino (Calogero Barone), Militello Rosmarino (Vincenzo Di Stefano), Sinagra (Lidia Gaudio).
 
 
Sul tavolo, tra gli altri, è stato subito focalizzato un tema importantissimo: la mobilità all’interno del territorio della Provincia che ha bisogno di essere ripensata in considerazione delle evoluzioni delle necessità degli abitanti.
L’assemblea ha poi dato mandato al Presidente Galipò per la formazione di una rappresentanza di Presidenti che richieda un incontro al Prefetto con i vertici del CAS per sollecitare l’integrale sistemazione, in tempi rapidi e certi, delle Autostrade A18 Messina/Catania e A20 Messina/Palermo, la cui percorrenza, oggi, determina un serio rischio per l’incolumità di chi ci transita; e ció anche per dare seguito alle numerose delibere adottate negli ultimi mesi, con le quali i Consigli comunali hanno dato mandato in tal senso a Presidenti e Sindaci.
L’assemblea ha deciso di riunirsi a scadenze periodiche ed in modo “itinerante”, in modo di ampliare la partecipazione ed informare delle iniziative una platea sempre più vasta. Nel contempo, continuerà ad essere attivo un gruppo whatsapp per gli scambi rapidi di informazioni utili per lo svolgimento dell’importante attività quotidiana.