Milazzo, polemiche sui migranti a Fiumarella

227

L’accoglienza dei migranti a Milazzo ha destato fin dal primo momento un turbinio di polemiche. Nei giorni scorsi, è stata data notizia che la Prefettura ha ritenuto non idoneo il sito di Fiumarella, individuato dall’Amministrazione Comunale come possibile location. La decisione, come si ricorderà, ha suscitato la reazione degli abitanti del quartiere che hanno portato anche in Consiglio Comunale il loro disaccordo. Sulla questione è intervenuto il sindaco Giovanni Formica che ha affermato come, sin dal primo momento, sia stata data un’interpretazione distorta. Il primo cittadino spiega che Prefettura, Asp e Vigili del Fuoco, dopo un sopralluogo, avevano dato il loro assenso per ospitare nell’immobile di Fiumarella una ventina di persone purchè fossero eseguiti interventi di manutenzione. Spese di adeguamento che non avrebbe sostenuto l’Amministrazione. Formica afferma con veemenza che se la Prefettura non ha utilizzato l’immobile è solo perché in questo momento non ne ha avuto necessità, dato che lo stato è sempre quello oggetto dell’iniziale verifica. Nessun ulteriore sopralluogo a Fiumarella. I tecnici del Palazzo del Governo sono intervenuti a Milazzo solo per visionare un immobile privato, dal momento che una persona intende partecipare al bando della Prefettura per l’accoglienza. Quanto alle dichiarazioni del Presidente del Consiglio Nastasi relativamente all’Ipab “Regina Margherita”, il sindaco ha precisato che lo stesso CdA dell’ente Morale si è espresso negativamente sull’opportunità di concedere l’immobile alla Prefettura per le finalità di accoglienza dei migranti.