Ex Sacelit, sale a 146 il numero dei morti causati dall’amianto

358

Mentre al Ministero della Salute di Roma si svolgeva una riunione verso la terza Conferenza Nazionale Governativa Amianto, a San Filippo del Mela perdeva la vita al 146esima vittima dell’amianto. E’ morto, infatti, Franco Antonio Vinci, di 76 anni.
L’uomo ha lavorato alla Sacelit di San Filippo del Mela dal 1961 al 1982. Inizialmente allo scarico e carico dei sacchi di amianto dai carri ferroviari, successivamente nella produzione di pezzi speciali, tubi, canne fumarie, serbatoi in amianto cemento, per poi essere impiegato al montaggio dei tetti in amianto cemento.
“Insieme- ricorda Salvatore Anania, presidente del comitato Esposti Amianto” abbiamo fatto sindacato all’interno dell’azienda, insieme abbiamo lottato per ottenere le visite mediche, i controlli ambientali, le tute di protezione, insieme avevamo chiesto per anni quali erano i rischi dell’esposizione”.
Con Franco Vinci sono 146 i decessi della Sacelit di San Filippo del Mela su 220 dipendenti.