Gioiosa Marea, raccolta firme sull’emergenza idrica

242

La questione idrica continua a scatenare reazioni ed azioni a Gioiosa Marea. Nei giorni scorsi infatti, nella frazione di San Giorgio sono state raccolte più di 300 firme per richiedere un incontro con il sindaco Ignazio Spanò, durante il quale poter discutere delle varie problematiche legate alla carenza di acqua. Nella lettera sottoscritta dai firmatari e consegnata al Comune, vengono evidenziate le difficoltà e i disagi scaturiti da questa situazione, che ormai perdura da diversi mesi; a ciò si aggiunge inoltre un altro annoso problema, e cioè quello relativo all’acqua che sgorga dai rubinetti nelle case dei sangiorgesi spesso sporca e salata. Spanò ha accolto l’invito e, a stretto giro, incontrerà i cittadini proprio a San Giorgio, anche se sono ancora da stabilire con precisione data e luogo. Il dibattito è peraltro acceso su più fronti, poiché pure il gruppo di minoranza consiliare Obiettivo Gioiosa, guidato dall’ex  sindaco Eduardo Spinella, non ha mancato di far sentire la propria voce sull’argomento, esprimendo dure osservazioni e riserve – smentite in un serrato botta e risposta dalla maggioranza  –  sulla corretta gestione della problematica da parte dell’amministrazione comunale. Alla base dell’insufficienza di acqua vi sarebbe difatti, oltre che la siccità, anche la presenza di alcune falle nella rete idrica, che costringe tutt’ora gli abitanti del territorio di Gioiosa Marea a dover fare a meno del prezioso liquido a volte persino per interi giorni.