Torrenova, anche il Cga boccia il centro per minori non accompagnati

310

La legittimità dell’operato del Comune di Torrenova in merito alla vicenda che ha interessato il Residence, dichiaratosi disposto ad accogliere 50 immigrati minori non accompagnati, è stata consacrata anche dal Consiglio di Giustizia Amministrativa. A stabilirlo è la sentenza emessa dopo l’appello proposto dal proprietario del Residence contro l’ordinanza del Tar Catania che, già in primo grado, aveva rigettato il ricorso proposto.
Una sentenza che conferma quindi la legittimità del provvedimento di revoca dell’agibilità adottato dall’Ufficio Tecnico Comunale che aveva riscontrato “significative carenze documentali”, specie in tema di sicurezza e di incolumità pubblica ad opera della Etna Consulting & Service che aveva messo a disposizione un residence turistico.
In particolare risulterebbero carenze relative alla documentazione sulla prevenzione incendi, l’accessibilità dell’area ai mezzi di soccorso dei Vigili del Fuoco, carenze sul parere del demanio, comunicazione di inizio lavori al servizio dei beni archeologici.