Neonato morto a Messina. Dolore nella comunità di Alcara e dei Nebrodi

6667

Una tragedia che ha scosso la famiglia, gli amici, semplici conoscenti, ma che lascia turbati anche chi semplicemente ne ha letto la notizia. Il piccolo Giovannino, nato a Messina lo scorso 17 Settembre, è morto appena 4 giorni dopo il parto, al Policlinico di Messina. La madre del piccolo è di Alcara Li Fusi dove la notizia ha presto fatto il giro del paese lasciando tutti sgomenti. Da qualche tempo vive a Messina con il compagno. Per loro quel figlio era davvero un dono del cielo. Dalla gioia per il lieto evento alla tragedia, in un attimo, senza farsene una ragione. Per questo i due genitori hanno presentato denuncia, inducendo la Procura messinese ad aprire l’inchiesta. Il referto medico parla di encefalopatia ipossica-ischemica, una cattiva ossigenazione del feto durante il parto. Il bimbo quando è nato non respirava, era privo di battito, tanto da richiedere l’assistenza col defibrillatore. E’ successo tutto tra notte del 16 ed il 17 settembre all’ospedale Papardo, dove la donna si trovava ricoverata quattro giorni dopo la 39^ settimana di gravidanza. Dopo un lungo travaglio, il piccolo è venuto alla luce nelle prime ore del pomeriggio. Subito ricoverato in Terapia intensiva neonatale del Papardo, in serata i medici hanno deciso per il trasferimento all’Utin del Policlinico, dove è  purtroppo deceduto dopo quattro giorni di agonia il 21 settembre.  Subito dopo la denuncia dei genitori, i magistrati hanno disposto il sequestro delle cartelle cliniche sia del Papardo sia del Policlinico, in attesa della nomina del medico legale della Procura per l’esecuzione dell’autopsia. Sotto accusa potrebbe esserci la decisione di non eseguire il parto Cesareo nonostante le condizioni generali e le difficoltà riscontrate durante la fase del travaglio.