Igea travolgente. Pari e rimpianti per il Messina

105

Igea Virtus travolgente, il Messina muove lentamente la classifica ma recrimina. I barcellonesi hanno superato il Paceco con il roboante risultato di 5-2. Quattro delle cinque reti, gli uomini di Peppe Raffaele le hanno messe a segno nel primo tempo. Scatenato Fioretti, capace di segnare ben tre reti in venticinque minuti. La quaterna è firmata dagli undici metri da Pitarresi. Le reti del Paceco portano la firma di Terranova e di Terlizzi su calcio di rigore. Nella ripresa, chiude i conti Silvio Merkaj. L’Igea conquista tre punti pesanti e volta a quota sette in classifica. Progressi per l’ACR Messina che riesce a tenere testa al quotato Gela. Allo Stadio “Franco Scoglio” segna su calcio di rigore Cocuzza al 24′ della ripresa. L’attaccante ha trasformato dagli undici metri un calcio di rigore procurato dal nuovo acquisto Rosafio fermato irregolarmente da Brugaletta. La beffa per i biancoscudati di Antonio Venuto arriva però in pieno recupero. E’ il minuto 93 quando Bruno commette fallo da rigore su Gallon. Dagli undici metri, l’ex Bonanno spiazza con freddezza Prisco e firma il gol del pareggio. Per la cronaca, la testa della classifica è ancora occupata dall’Ercolanese che viaggia spedita a punteggio pieno dopo avere battuto per 2-0 la Nocerina. Per il prossimo turno, il l’Igea Virtus affronterà in trasferta il derby con il Gela, mentre il Messina renderà visita al Gelbison.