Città di S.Agata, il big match è una Caporetto

234

Il big match della terza di Eccellenza, tra le due più accreditate contendenti alla vittoria del campionato, si è trasformato in una vera e propria Caporetto per il Città di S.Agata annichilita sul terreno del “Micale” dal Biancavilla. Squadra senza gambe e ancor meno idee quella allenata da Formisano, che dura appena 10’, con qualche iniziativa del duo Cicirello – Mincica, poi naufraga sotto i colpi di Strano e Lucarelli, autore di una doppietta. Una difesa in bambola concede lo stacco vincente proprio all’ex Milazzo al 22’ quindi è clamoroso il gol del raddoppio ospite, in pieno recupero, siglato da Fabio Messina ma originato addirittura da una punizione in favore del S.Agata sulla tre quarti offensiva. Neanche in superiorità numerica, dopo 4’ della ripresa, i santagatesi trovano le energie per riaprire il match che ancora Lucarelli chiude al 70’ con il secondo timbro  personale.  Ad impressionare in negativo per i biancoazzurri, le sei reti già subite in appena tra gare di campionato, e, se si considera anche la Coppa, mai il S.Agata è uscito dal campo in stagione senza subire gol. I musi lunghi della dirigenza santagatese a fine gara lasciano immaginare una settimana a dir poco burrascosa. Il Città S.Agata resta a quota 4 il Biancavilla va a 7 punti ed insidia da vicino la capolista Giarre, a punteggio pieno dopo 3 giornata. Solo pareggi per le altre messinesi, scese in campo in anticipo. Senza reti il derby tra Camaro e Pistunina, 1 a 1 il risultato tra San Pio e Città di Messina.