Gaetano Sciacca sarà Commissario Straordinario della Città Metropolitana

375

Manca soltanto l’ufficialità ma nelle prossime ore arriverà il decreto firmato dal presidente della Regione Rosario Crocetta con cui verrà conferito l’incarico all’ing. Gaetano Sciacca, di commissario straordinario della Città Metropolitana. Sciacca, sostituirà fino alla primavera del 2018, data delle elezioni amministrative, l’uscente Filippo Romano ma anche Renato Accorinti non più sindaco metropolitano dopo la nuova Legge approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana ad agosto che ha affondato la riforma delle ex province e ripristinato l’elezione diretta degli organismi. Sciacca ha una grande esperienza amministrativa ed una elevata competenza: diventa dirigente tecnico dell’Ufficio del Genio civile di Messina nel 1989. Dieci anni dopo è capo sezione “Opere idrauliche ed igienico sanitarie”. Nell’aprile 2007 diventa ingegnere capo del Genio civile di Messina e nel gennaio 2015 viene nominato dirigente della Direzione territoriale del lavoro. Impegnative le sfide che si prospettano con l’avvio del nuovo mandato: prima fra tutte la “patata bollente” della dichiarazione di dissesto della Città Metropolitana di Messina. La situazione economica dell’ente, nonostante sia riuscito a chiudere il Consuntivo 2016 con un attivo di oltre 11 milioni di euro, sembra destinata ad aggravarsi per via del famoso “prelievo forzoso” da 25 milioni di euro predisposto dal governo nazionale. A rischio ci sono soprattutto tutti quei servizi cruciali per il territorio e per i cittadini a cominciare dalle manutenzioni delle scuole e delle strade ma anche l’assistenza agli studenti disabili, in questi ultimi mesi messa a dura prova. Da qualche parte si dovrà pur ricominciare ed il nuovo commissario dovrà rimettere in piedi un ente ormai al collasso.