Igea, punto d’oro. Notte fonda per il Messina

131

Un punticino d’oro per l’Igea Virtus in casa della forte Nocerina, ancora notte fonda per il Messina che cede di stretta misura in casa della Cittanovese. Se per i giallorossi barcellonesi il pareggio ottenuto al San Francesco rappresenta oro colato, il Messina deve obbligatoriamente correre ai ripari per cercare di invertire una rotta che al momento la sta lasciando ancorata alle sabbie mobili del fondo classifica a zero punti dopo tre giornate. A decidere il match in Calabria una rete messa a segno dai padroni di casa sul finire della prima frazione di gioco alla quale l’ACR non è stata in grado di replicare. A fine gara, il tecnico Antonio Venuto si è anche detto disposto a farsi da parte se ciò fosse ritenuto opportuno per risollevare le sorti della squadra. Sul fronte igeano, invece, c’è entusiasmo per la reazione che la squadra ha dimostrato sotto di un gol a Nocera. La rete di Russo aveva incanalato il match nella direzione dei padroni di casa, ma ecco che i barcellonesi, anziché disunirsi, hanno serrato le file e attaccato alla ricerca del pareggio, difendendosi con ordine. Alla fine, il gol di Tramonte ha rappresentato il giusto premio alla tenacia degli uomini guidati da mister Peppe Raffaele. La terza giornata del campionato di Serie D, per la cronaca, ha incoronato capolista solitaria a punteggio pieno l’Ercolanese, impostasi con un secco 3-0 in casa del Portici. Per il prossimo turno, invece, l’Igea Virtus ospiterà il Paceco, mentre il Messina riceverà la visita del Città di Gela.