Città S.Agata, pari e rimpianto. Camaro vicinissimo all’impresa

131

Sfuma a 10’ minuti dalla fine, l’impresa del Città di S.Agata, vicinissima a centrare il colpaccio nel big match della seconda giornata sul campo del Città di Scordia, altra grande del torneo di Eccellenza.  Finisce 2 a 2 con grandi rimpianti per l’undici santagatese capace di ribaltare l’inerzia di una partita nata malissimo sotto di un gol dopo appena 4’, e per giunta in inferiorità numerica dal 22’ del primo tempo, per un rosso diretto ad Isgrò. Proprio l’attaccante ex Igea Virtus aveva pareggiato al 8’ la rete di Elamraoui. Il Città di S.Agata è quindi passato avanti al 34’ con Mincica poi nella ripresa ha sciupato qualche buona occasione per chiudere i conti, facendosi raggiungere al 78’ da un perentorio colpo di testa di  Provenzano. Scordia ancora senza vittoria, S.Agata a quota 4 a braccetto con il Biancavilla, che ha tremato e non poco nel match casalingo contro il Camaro. Gara nervosa,  con 2 espulsi in campo, Baiocco per i locali e Cappello per i messinesi. Ancione  sblocca dal dischetto dopo 5’con la squadra di Alacqua che per gran parte di gara riesce a chiudere ogni varco agli avversari. Solo una sfortunata autorete, quella di Cappello al 38’ della ripresa, nega ai messinesi la gioia del colpaccio. Ko esterno, il secondo di fila per il Pistunina che cede 3 a 1 sul campo dell’Atletico Catania. Ai messinese non basta la rete di Lo Giudice, che alla mezz’ora aveva regalato il momentaneo pari. Nelle altre partite, il Giarre trova nel finale i tre punti ad Adrano e si porta in vetta a punteggio pieno. Pareggi tra Avola e Ragusa (2 a 2) e Paternò – San Pio (1 a 1). Nell’anticipo il Città di Messina era uscito sconfitto per 2 a 1 sul proprio campo dal match contro il Caltagirone.