Betaland bella nei primi 20′, poi cede nel finale contro Brescia

105

La Betaland Capo d’Orlando cede per 76-85 alla Germani Brescia nella prima giornata del Torneo Sant’Ambrogio di Reggio Calabria.
Buoni spunti arrivati in una gara in cui i paladini hanno giocato un’ottima pallacanestro nei primi venti minuti, gestendo la gara nei primi due quarti, prima di pagare dazio a una condizione fisica non ancora ottimale, ma mostrando idee di gioco interessanti.
Finché c’è freschezza la palla viaggia con rapidità e le percentuali al tiro sono alte, specie dal perimetro, con il capitano Mario Delas a firmare il massimo vantaggio orlandino al 17esimo sul +16 (47-31).
Nella ripresa torna l’equilibrio, nei biancoazzurri affiora la stanchezza e viene meno la fluidità. I lombardi sono più lucidi e chiudono la gara in loro favore.

Domani alle 18:00 la Betaland affronterà la Pallacanestro Cantù nell’ultima partita del “triangolare” a Reggio Calabria, mentre mercoledì 20 alle 20:30 prima amichevole al PalaFantozzi, l’avversaria dei paladini sarà la Moncada Agrigento.

Le parole di coach Gennaro Di Carlo dopo la sconfitta con la Germani Brescia nella prima gara del Torneo Sant’Ambrogio: “E’ stata una buona partita di basket, per noi era molto importante confrontarci di nuovo contro una formazione del nostro livello. Partita dal doppio volto: penso che nei primi due quarti abbiamo fatto una prestazione qualitativamente molto buona sia in attacco che in difesa, nella ripresa le palle perse hanno condizionato la nostra fluidità e questo ha inciso sulla fiducia. Bisogna lavorare sull’aspetto della personalità, ma tutto sommato volevamo verificare l’innesto dei nuovi Atsur e Ikovlev e credo che da questo punto di vista torniamo a casa con indicazioni molto positive. Il pacchetto lunghi continua a dare garanzie molto importanti, negli esterni dobbiamo ‘darci una mossa’, registreremo qualcosa lì e penso che saremo pronti”.

Betaland Capo d’Orlando – Germani Brescia 76-85 (26-20; 51-39; 65-65)
Betaland Capo d’Orlando
: Alibegovic 3, Ihring 3, Inglis 11, Kulboka 10, Laganà ne, Atsur 12, Strautins 5, Delas 11, Edwards 5, Ikovlev 5, Wojciechowski 11. Coach: Di Carlo
Germani Brescia: Moore 11, Hunt 14, L. Vitali 9, Landry 18, Mastellari, Veronesi ne, Fall 1, Traini, M. Vitali 13, Sacchetti 19, Bushati. Coach: Diana