Allerta meteo rientrato, a Gangi risveglio “in bianco”

3754

Allagamenti

 

Allerta meteo rientrato, per fortuna, senza particolari danni.
La paura per il primo acquazzone dopo 5 mesi di siccità ed all’indomani del disastro di Livorno ed i danni di Roma, è passata intorno alle 9, quando sul messinese è tornato il sole.
Prima, dalle 4,30 piogge intense e piccoli danni. Poca roba rispetto all’ennesima allerta diramata ieri che indotto molti sindaci del messinese a chiudere precauzionalmente le scuole.
Sui Nebrodi, a parte qualche smottamento e piccoli allagamenti assorbiti dal terreno in poco tempo, non si contano altri problemi. Unico episodio degno di nota è l’incidente che all’alba di oggi ha coinvolto una Fiat Seicento finita contro un ramo spezzato sulla provinciale che collega Due Fiumare a Tortorici. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Sant’Agata ed un’ambulanza del 118. Rallentamenti sulla Statale 113 a Brolo, dove un grosso ramo è finito sulla strada ed è stato rimosso, poco dopo dai Carabinieri.
Allagamenti si sono verificati durante la notte a Milazzo nella zona di San Paolino – Ciantro. A complicare di certo le cose la mancata pulizia dei tombini. Nella zona di Vaccarella un tombino della rete fognante è letteralmente esploso a causa della pressione dell’acqua. Stessa segnalazione in altre zone. Davvero incredibile, invece, lo scenario sulle Madonie dove, nel centro storico di Gangi, la grandine ha ricoperto di un manto bianco le strade comunali per un piccolo assaggio di inverno. (foto Vincenzo Sottile)