Accoltellamento al Tindari, ai domiciliari l’aggressore

7506

Si terrà oggi al tribunale di Patti l’udienza di convalida per Kevin Gabriele Maiorana, il diciottenne nato a Milazzo e domiciliato a Patti arrestato ieri dalla polizia per aver accoltellato un ristoratore. Il giovane è stato fermato con ancora addosso gli abiti sporchi di sangue, poco distante dal luogo in cui, una quindicina di minuti prima, aveva sferrato una coltellata all’uomo.
La vittima è stata colpita ad una mano con la quale ha istintivamente tentato di difendersi dall’arma impugnata dal diciottenne, descritta dai presenti come un coltello con lama di circa 10 cm, di quelli a scatto.
Grazie alle segnalazioni di numerosi cittadini, i poliziotti sono intervenuti prontamente bloccando il ragazzo e procedendo al suo arresto. Dalla ricostruzione dei fatti operata dagli agenti, a scatenare il folle gesto del diciottenne sarebbe stata l’“umiliazione” di essere stato rimproverato in strada dalla vittima perché, alla guida di un’auto, sfrecciava ad alta velocità nonostante il numero elevato di turisti e pellegrini.
Dopo appena una decina di minuti, il giovane, con precedenti di polizia, si è presentato presso l’esercizio commerciale della vittima e dopo un breve diverbio non ha esitato a vendicarsi tirando fuori l’arma.
Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il diciottenne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.