Morto in carcere il boss Giuseppe Farinella

1354

E’ morto in carcere a Parma, dove stava scontando l’ergastolo al 41bis, Giuseppe Farinella, il boss indiscusso del mandamento di San Mauro Castelverde. Un potere, quello esercitato dai Farinella, esercitato dalle Madonie ai Nebrodi, dal litorale cefalutano fin quasi a Sant’Agata di Militello.
La cosca di San Mauro fu una delle prime a fiutare il business degli appalti tuffandosi sulle estorsioni o l’imposizione delle aziende di movimento terra alle grandi imprese impegnate nei più importanti lavori pubblici. Secondo le varie indagini che lo hanno riguardato fu Farinella ad indicare ai corleonesi uno degli artificieri della strage di Capaci, il mistrettese Pietro Rampulla.
La morte del boss arriva in un momento in cui la cosca è sotto l’occhio del ciclone. Nelle Madonie l’operazione “Black cat” ha inferto un duro colpo alle nuove leve di quell’area di confine tra le province di Messina e Palermo.